In occasione delle celebrazioni per San Biagio, patrono di Rivoltella, anche quest'anno l'inizio di febbraio rappresenta un momento di festa e divertimento presso la frazione desenzanese, dove residenti e non si ritrovano presso l'oratorio di San Michele per un fine settimana ricco di appuntamenti grazie all'organizzazione firmata Cuori Ben Nati.

I festeggiamenti hanno preso il via a partire da ieri, venerdì 2 febbraio, quando si è tenuta la "Festa della Birra" per una serata all'insegna di musica, buon cibo e tanto divertimento.

Calendario che vedrà questa sera, sabato 3, l'appuntamento con la serata del liscio con Giacomo Greco, a chiudere una giornata che ha visto questa mattina la "Caccia al tesoro" allestita per i ragazzi delle scuole elementari e medie, e a seguire il Trofeo Orafo Muriel, gara di briscola a 64 coppie.

A chiudere le celebrazioni sarà domani il tradizionale spiedo dei Cuori Ben Nati, in programma alle ore 13, con la specialità bresciana che sarà protagonista nella sua versione rivoltellese.

La torta di San Biagio

Tra i protagonisti delle celebrazioni resta ovviamente la torta di San Biagio, prodotto tipico della tradizione mantovana, precisamente della zona di Cavriana, anche se con il tempo è entrata di diritto nella storia enogastronomica di Rivoltella, in quanto viene preparata proprio in onore del Santo patrono.

La leggenda vuole che la ricetta abbia radici molto antiche e che originariamente, presso la cittadina mantovana, la torta a base di mandorle avesse un diametro di oltre tre metri, e che questa venisse poi tagliata ed offerta al pubblico ritrovatosi in Piazza
Castello.

Con il tempo è divenuta quindi consuetudine proprio a Cavriana nei giorni della fiera svolgere il rituale del taglio e del dono della torta a tutti i visitatori: segno che il tempo non cancella le cose fatte con amore e generosità.