La sponda veronese del Garda ha accolto 50 vigili del fuoco per il mantenimento biennale delle procedure operative di soccorso acquatico.

A partecipare ai 4 giorni di addestramento nella splendida cornice di Punta San Vigilio, a Bardolino, presenti unità provenienti dai tutti i comandi del Veneto e del Friuli Venezia Giulia, impegnati in diverse esercitazioni nelle acque benacensi.

Tra le prove previste dall'esercitazione, sono state messe in campo la nuotata al largo, le manovre di autoprotezione, il recupero di una persona in difficoltà in acqua soccorsa con il lancio di una corda e il recupero di una persona bloccata sugli scogli.