Come annunciato dalla Fondazione, il XV Premio del Vittoriale, conferito dalla Fondazione a personalità di spicco nei più disparati ambiti del sapere - dal cinema alla scienza, dalla musica alla medicina - che abbiano lasciato, e continuino a lasciare, una traccia importante del loro operato, è stato assegnato a Vasco Rossi.

Il presidente Giordano Bruno Guerri e il CdA della Fondazione hanno deciso di assegnarlo al komandante che per il suo viaggio nella vita e nella musica ha inventato la definizione di ‘supervissuto’, ha costruito un genere, quello del rock italiano, adattando metrica, linguaggio e temi e rompendo ogni schema, ha sempre avuto il coraggio di osare e sfidare il tempo restando fedele a se stesso. Un ribelle gentile capace di mantenere intatta la passione, di incantare generazioni, specchiarsi nelle proprie ombre e tornare alla luce usando la bussola dell’audacia”.

Il Premio - raffigurato da una scultura realizzata da Mimmo Paladino - sarà consegnato durante un evento speciale al Vittoriale degli Italiani di Gardone Riviera mercoledì 17 aprile alle ore 17.00. Dopo la premiazione si proseguirà con una conversazione a tutto tondo tra il presidente Guerri e Vasco, in attesa del suo tour a giugno, già tutto esaurito: 7 SuperEventi a Milano, stadio San Siro, e gran finale a Bari, stadio San Nicola, con 4 concerti consecutivi.

Il Premio del Vittoriale è stato finora assegnato a: Ermanno Olmi, Paolo Conte, Umberto Veronesi, Giorgio Albertazzi, Alberto Arbasino, Ida Magli, Riccardo Muti, Piero Angela, Samantha Cristoforetti, Marco Bellocchio, Sergio Castellitto, Ernesto Galli della Loggia, Mario Botta, Nicola Crocetti.

Ph: Vasco Rossi - credito Gianluca Simoni, Chiaroscuro Creative