Maria Callas, la “Divina” applaudita in ogni dove, e Sirmione, la “perla delle penisole” al centro di infiniti itinerari turistici: due icone dei nostri tempi, ambasciatrici di bellezza, cultura ed eleganza in ogni parte del mondo.

Per sfuggire al rischio di una celebrazione semplicemente commemorativa o anche retorica, il Comune di Sirmione, ha generato un programma di iniziative che portano a rileggere la figura di Maria Callas in chiave contemporanea, cogliendone gli spunti più fecondi per reinterpretarla non solo nella musica ma anche nella fotografia, nelle arti figurative e nel teatro.

Valorizzazione dei giovani e orientamento all’innovazione sono i due fili conduttori che hanno accompagnato la stagione 2021 e ritroviamo amplificati e rafforzati anche nel 2022.

Il calendario proposto nel secondo anno di “Sirmione Callas 21-23” si presenta ricco di prestigiose collaborazioni e di connessioni con il territorio. Tutte le iniziative sono state immaginate, progettate e realizzate in stretta sintonia con lo spirito dei luoghi e la storia che li caratterizza. Sempre sotto il segno della “Divina Emozione”.

A partire dal grande concerto di apertura “Tre donne per Maria - una voce e quattro mani” in programma per il 24 giugno al Prato delle Noci all’interno delle Grotte di Catullo. Spazio alle interpreti femminili con tre figure d’eccezione, la soprano Laura Giordano e le pianiste Mirca Rosciani e Sabina Concari.

Tra i fiori all’occhiello spicca la rinnovata collaborazione con Magnum Photos che quest’anno proporrà a Sirmione il “Secondo Atto” de “La Divina Emozione”, una mostra unica e inedita dal titolo “La voce delle mani - Maria Callas e gli Italiani”. Una mostra che si ispira e fa riferimento alla gestualità teatrale, di Maria Callas in particolare, e a quella degli italiani in generale.

La fotografa Cristina de Middel è stata affascinata dal "dizionario dei gesti" di Maria Callas e da questi ha tratto ispirazione nel suo lavoro originale che presenterà esclusivamente a Sirmione al primo piano di Palazzo Callas Exhibitions.

“La voce delle mani” si completa con un suggestivo legame attraverso le fotografie di Richard Kalvar che si è concentrato sulla seconda lingua italiana, quella parlata con le mani. La mostra sarà aperta dal 23 luglio al 6 novembre.

Dall’11 luglio a 6 novembre in arrivo una grande novità: Divinæ Light, due installazioni luminose immersive che raccontano Maria Callas da un nuovo e straordinario punto di vista.

La prima sarà allestita presso Viale Gennari, mentre la seconda prenderà vita su uno dei muri di cinta esterni della celebre Villa Callas. Un mix di luci e suoni che si completerà con contenuti musicali che evocheranno la presenza di Maria nei luoghi in cui ha vissuto.

Torna anche tutto il fascino della XXII edizione della rassegna “Omaggio a Maria Callas”, curata da Michele Nocera nella direzione artistica e da Elena Trovato nella direzione organizzativa. In programma sei grandi incontri musicali dedicati alla “Divina” allestiti in alcuni luoghi tra i più spettacolari del territorio sirmionese. Tra questi un inedito “Vi racconto Maria”, concerto e conversazione con Michele Nocera che si terrà a Villa Callas, affascinante dimora sirmionese della cantante e del marito.

Il “Concerto finale con i vincitori del Premio Callas” del Concorso Lirico Internazionale Mario Orlandoni di Como, in programma il 23 settembre alla la Spiaggia delle Muse, chiuderà la rassegna con una vetrina di giovani talenti della lirica.

Siginificative novità porterà la XXIII edizione della rassegna internazionale di teatro di figura “Sirmione in Scena” a cura di Maurizio Corniani che si terrà dal 4 al 6 luglio. Quest’anno la rassegna cambia pelle, assumendo la forma di un vero e proprio festival su più giornate.

Il 6 luglio la tre giorni culminerà con la messa in scena di un testo originale, uno spettacolo inedito dedicato a Maria Callas e intitolato “Maria sono io”. L’opera teatrale per attori, burattini e musica dal vivo è una co-produzione del Comune di Sirmione, del Centro Teatrale Corniani, de Le stanze di Igor e del Gruppo Caronte.

Durante i 3 giorni, dal tardo pomeriggio alla sera, andrà in scena un susseguirsi di divertenti spettacoli di burattini per bambini e genitori. La rassegna proseguirà fino alla fine di agosto con altri spettacoli e due laboratori in cui si insegnerà l’antica arte della costruzione dei burattini.

Altra novità del 2022 è certamente “Callas, Arie On Air”: le più belle arie interpretate da Maria Callas in 10 tappe, alla scoperta di iconici, caratteristici e poco conosciuti luoghi della penisola, dalla Casa del Pescatore a Punta Grò a San Pietro in Mavino.

A partire dal 3 luglio, in ogni tappa, cittadini e turisti troveranno una grafica che riporta il nome dell’aria e un QR code da inquadrare con il proprio smartphone per poter ascoltare l’interpretazione di Maria Callas.

Un itinerario dalla doppia percorrenza: guidati dalla musica sarà possibile scoprire i meravigliosi paesaggi di Sirmione e seguendo i luoghi, tappa dopo tappa, immergersi e godere dello straordinario mondo musicale di Maria. Il progetto è stato realizzato con la consulenza artistica e musicale dello studioso e giornalista Fabio Larovere.

Incontri letterari e culturali completano il già ricco programma: in calendario le conversazioni con gli scrittori e giornalisti Maurizio Crosetti, Massimo Tedeschi e l’inglese Tim Parks e altri prestigiosi incontri in fase di definizione.