Il Comune di San Felice del Benaco aderisce al progetto di Confindustria, CGIL, CISL e UIL La consapevolezza che è necessario spingere per una vaccinazione su scala mondiale, come mezzo efficace per il contrasto alla pandemia da COVID-19, ha portato l’Amministrazione Comunale di San Felice del Benaco a aderire al progetto “Un vaccino per tutti” voluto da Confindustria, CGIL, CISL e UIL e sostenuto anche dall’Associazione Comuni Bresciani (ACB).

Il Comune ha infatti stanziato un contributo che aiuterà a vaccinare la popolazione del Mozambico. La raccolta fondi, che è aperta a tutti i soggetti pubblici e privati, si inserisce nell’ambito di un approccio più ampio del problema della diffusione del Coronavirus nel mondo, ponendo l’accento sull’importanza di una programmazione ed attuazione degli interventi nei Paesi che hanno difficoltà ad accedere ai vaccini.

I principi di Solidarietà e di Cooperazione, più attenta nei confronti di chi è meno tutelato o garantito e versa in condizioni di difficoltà e disagio, sono da sempre al centro della Politica dell’Amministrazione di San Felice del Benaco.

Riteniamo questo un atto - ha commentato il sindaco Simone Zuin - non solo dovuto, ma urgente e necessario, anche a fronte del fatto che la vaccinazione globale è l'arma che abbiamo a disposizione per impedire l'alto andamento dei contagi e il proliferarsi di varianti e quindi per scongiurare il perdurare della Pandemia, di cui tutti conosciamo ormai gli effetti devastanti”.