Attraverso la collaborazione tra il Consorzio Lago di Garda Lombardia e ITS Academy Machina Lonati è stata svelata l'iniziativa "Il lago che vorrei", che si declinerà in un incontro e confronto con gli studenti in merito al turismo benacense visto dalle nuove generazioni a cui potranno parteciperanno operatori turistici ed amministratori territoriali del settore.

L'appuntamento è per giovedì 21 marzo alle ore 10:00 presso la splendida sede del Consorzio di Gardone Riviera, occasione in cui si potrà tornare per un giorno tra i banchi di scuola mentre in cattedra saliranno i ragazzi stessi.

L'iniziativa nasce dalla volontà del Consorzio che si occupa della promozione turistica del bacino più importante della regione e degli enti ad esso associati, di individuare nuove soluzioni per coinvolgere un pubblico sempre più giovane.

Il Prof. Alessandro Arosio, esperto nel settore del turismo, ha coinvolto i suoi studenti del corso di “IFTS Tecnico del turismo culturale esperienziale” erogato da ITS Academy Machina Lonati, con l'obiettivo di studiare la realtà del Benàco occidentale e proporre soluzioni. Così, gli studenti, divisi in tre gruppi, hanno lavorato all'analisi dell'offerta ed elaborato ben 9 idee, ovvero, proposte concrete per avvicinare il pubblico giovane e con le quali saliranno in "cattedra" nel corso dell'evento, gratuito e aperto a tutti, dove amministratori, operatori e rappresentanti di enti e fondazioni legati al comparto turistico potranno ascoltare e... perché no, imparare.

Il corso di IFTS proposto dalla Fondazione ITS Academy Machina Lonati forma figure professionali per lo sviluppo del turismo nel territorio di appartenenza, con un percorso che parte dall’analisi del contesto per giungere all’individuazione delle risorse turistiche, culturali, artistiche ed enogastronomiche utili alla creazione di percorsi esperienziali.

L’appuntamento è quindi per giovedì prossimo, quando i “giovani del turismo", nella sede a lago e a due passi dal Vittoriale, presenteranno ai “grandi del turismo” progetti dedicati ad esperienze ambite, che hanno oggi anticipato, spaziando da aperitivi-concerti con finale sotto le stelle da fare perchè no, proprio al Vittoriale, a giochi sulla scia degli indimenticabili “Senza frontiere”, fino a percorsi stile “Cammino di Santiago” ma di strada lungo le ardite e stupende vie benacensi.

"Progetti “freschi” che attendiamo con entusiasmo pari al loro - spiega la neo-direttrice del Consorzio, Daiana Cominotti -, che verranno illustrati nel dettaglio e dai quali si potranno avviare confronti costruttivi per attirare sul nostro Garda sempre più giovani".