Si sono conclusi con largo anticipo rispetto alle previsioni i lavori di manutenzione straordinaria del manufatto di Tremosine, località Vesio, sulla SP115 “Limone-Tremosine”.

Sul manufatto oggetto dell’intervento, che si configura come ampliamento della sede stradale, erano evidenti i segni del degrado provocato principalmente dall’infiltrazione dell’acqua piovana. L’intervento, il cui costo complessivo è stato di 300mila euro, ha previsto azioni di consolidamento e di impermeabilizzazione, l’allargamento del marciapiede di 20 centimetri su tutto il tratto, la realizzazione di una banchina per la sosta dell’autobus e l’installazione di un parapetto più alto.

“L’ampio anticipo con il quale abbiamo terminato i lavori a Vesio è una prova tangibile di quanto la Provincia di Brescia si stia impegnando per far fronte alle difficoltà sorte a seguito della frana del dicembre scorso – ha commentato il Consigliere delegato alla Viabilità e alle Strade -. Avevamo promesso di togliere il cantiere prima di Pasqua e così è stato fatto. Al tavolo sulla viabilità dell’Alto Garda con gli amministratori locali abbiamo concordato di lavorare in sinergia per limitare i disagi causati dalla chiusura della Strada della Forra, con una particolare attenzione al periodo di maggior affluenza di visitatori. Con la chiusura del cantiere a Vesio possiamo eliminare alcuni disagi e la viabilità verso l’altopiano di Tremosine ne gioverà.”

Nel frattempo stanno proseguendo anche i lavori sulla SP38 in località Tignalga, dove in questi giorni sono state fatte le armature e i getti in calcestruzzo. “La prossima settimana, come avevamo concordato con sindaci di Tignale, Tremosine e Limone, sarà possibile riaprire la strada a senso unico alternato, in modo da consentire il transito nella settimana di Pasqua” ha concluso Fontana. Dopo le festività pasquali la strada sarà nuovamente richiusa per consentire il proseguimento dei lavori