Una montagna di rifiuti quella emersa dalle acque del lago nel porto di Toscolano Maderno, dove nel fine settimana è stata allestita una maxi operazione di pulizia del fondale promossa da Deep Explorer and friends in collaborazione con il Comune e la parrocchia.

Una 50ina i sub impegnati nel recupero di rifiuti di ogni genere, tra bottiglie, ferraglia, componenti in plastica, un cartello stradale e soprattutto un'enorme quantità di pneumatici, presenza purtroppo spesso verificata durante la pulizia dei fondali sull'intero bacino benacense.

Le operazioni sono state realizzate grazie al supporto di Guardia Costiera, Valtenesi soccorso e Garda Uno, così come grazie alla partecipazione di diverse realtà impegnate nella cura e nella pulizia dei fondali in quanto specializzate in immersioni, tra cui Benaco Guardians, Sommozzatori Bresciani Leonessa, Sea Shepherd, Team Paul Watson Italia, Merano club Sommozzatori, DNA e North Central Divers.

Un'ulteriore iniziativa è stata inoltre il contest fotografico organizzato per l'occasione, con una serie di scatti che hanno immortalato le condizioni del golfo prima e dopo le operazioni di pulizia per sensibilizzare ulteriormente la comunità.

Ph: Facebook Benaco Guardians