A Desenzano del Garda, in frazione Rivoltella, i Carabinieri e i Vigili del Fuoco del paese sono intervenuti per sedare una situazione da film dell’orrore, in corso in un'abitazione della zona. Un trentaseienne avrebbe cercato, a detta sua in preda ad un raptus di rabbia (non il primo, pare che questa sia solo l’ultima di una serie di aggressioni), di soffocare l’anziana madre con un cuscino, la quale avrebbe reagito opponendo resistenza, dimenandosi e gridando aiuto, cosa che ha messo in allarme i vicini di casa, che hanno chiamato le forze dell’ordine.

Arrivati i militari l’uomo si sarebbe barricato in casa, con la madre in ostaggio, ma la forza pubblica avrebbe reagito prontamente, sfondando la porta a colpi d’ascia con l’aiuto dei pompieri, immobilizzando il sospettato, arrestandolo e portandolo in caserma. La magistratura inquirente parrebbe aver escluso per ora l'ipotesi di reato del tentato omicidio, concentrandosi sulle lesioni aggravate e atti persecutori, oltre che sulla resistenza all’arresto.