Sono state confermate le criticità alla base della mancata riapertura della Strada della Forra nella mattinata di oggi, venerdì 2 febbraio, in occasione dell'odierno incontro di aggiornamento tra la Provincia di Brescia, rappresentata dal Consigliere delegato a Strade e Lavori Pubblici, Paolo Fontana, e il Comune di Tremosine, rappresentato dal Sindaco Battista Girardi.

Come spiegato durante il vertice nei giorni scorsi lo Studio di geologia incaricato dalla Provincia di Brescia ha svolto una ulteriore campagna di monitoraggio della falesia mediante calate sulla parete esterna della frana. Gli accertamenti diretti hanno potuto confermare quanto già valutato con i droni, cioè la presenza di elevati volumi con instabilità che devono essere monitorati lungo la parete a sud della galleria e nella parte centrale del coronamento di frana.

La fase conoscitiva è quasi completata e tra 15 giorni verrà presentata una prima relazione sulle aree centrali e a sud della galleria. Entro la prima settimana di marzo verrà presentata una relazione sulla frana nel suo insieme, al fine di completare la fase conoscitiva. Nel frattempo è in corso l'attività tecnica di individuazione delle tipologie di monitoraggio da impiegare e della posizione di installazione rispetto ai piani di scorrimento e rispetto alle instabilità.

Tali sistemi di monitoraggio verranno inseriti sia in galleria che all'esterno. I monitoraggi esterni saranno posizionati mediante ulteriori calate e saranno costituiti da estensimetri a base singola o multipla inseriti nella roccia e fessurimetri a barra in acciaio da posizionare a cavallo delle fessure.