Da circa due settimane è stata lanciata una raccolta firme online in merito al destino del borgo di Balbiana, il cui obbiettivo è quello di preservarlo dalla "scellerata decisione annunciata poche settimane fa dall'attuale amministrazione di Manerba del Garda di cementificare e riempire di auto il cuore dell'antico borgo".

Iniziativa questa intrapresa da un gruppo di cittadini e diretta nei confronti della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Bergamo e Brescia, oltre che di Regione Lombardia, ministero del Turismo e ministero della Cultura.

Come si lege all'interno della petizione "l'amministrazione comunale il 24 novembre ha comunicato ai cittadini di voler procedere all'ampliamento del parcheggio pubblico esistente, una storica presenza perfettamente incastonata nel contesto, con 25 nuovi posti auto sacrificando una porzione dell'unico spazio verde pubblico esistente (che comprende anche un piccolo anfiteatro). Lavori ai quali è interessato un adiacente rustico con fienile al posto del quale verrebbe costruito un complesso residenziale di ben 15 unità abitative.

Si tratta di lavori di forte impatto ambientale e architettonico in una zona da sempre sottoposta a tutela della Soprintendenza delle Belle arti della Provincia di Brescia, ente che ha in mano le sorti di questo progetto in attesa di approvazione. In base alle poche informazioni elargite dal sindaco ai cittadini, si tratterebbe di un progetto che a gran parte dei residenti appare architettonicamente devastante oltrechè inutile".

Petizione che in ultima analisi evidenzia anche come "Ci sarebbe poi da riflettere anche sul tipo di turismo che il Garda e le sue amministrazioni dovrebbero attirare e stimolare. E' noto che in tutto il mondo si va verso un turismo rispettoso e sostenibile, ma sul lago non sembrano essersene accorti".