Negli ultimi giorni il Sindaco di Solferino Germano Bignotti ha visitato la capitale per svolgere alcuni incontri di carattere politico e istituzionale, che saranno fondamentali per perseguire alcuni tra i più importanti progetti dell’Amministrazione comunale per l’anno a venire.

Tra i colloqui più importanti sono da segnalare quelli avvenuti insieme ai rappresentanti del territorio mantovano afferenti a Fratelli d’Italia, ovvero l’Onorevole Carlo Maccari di Volta Mantovana presso la Camera dei Deputati e il Senatore Paola Mancini di Castel Goffredo al Senato della Repubblica. L’incontro forse di maggiore rilevanza per il 2024, anno che segnerà il 160esimo anniversario della fondazione della Croce Rossa Italiana, è stato quello presso la sede nazionale della stessa con il Presidente Rosario Valastro, con il fine di programmare le iniziative da realizzare nei luoghi maggiormente simbolici ed evocativi della lunga storia dell’associazione ideata da Henry Dunant proprio sui campi di battaglia solferinesi.

Argomento del colloquio è stata anche la Solferino Academy, per la quale è prevista in gennaio la sottoscrizione del concordato presso il quartier generale di Milano, in seguito alla firma del protocollo d’intesa tra Cri, attori privati e Comune di Solferino, avvenuta nella scorsa estate. La Solferino Academy sarà un centro di formazione che ospiterà corsi per volontari, in particolare per quanto riguarda le conoscenze specialistiche, e anche alcuni alloggi per gli allievi provenienti da lontano. La struttura, un grande immobile da più di 10mila metri quadrati situato nei pressi di piazza Torelli, non lontano dal municipio, è stata concessa in comodato gratuito al Comune di Solferino e alla Croce Rossa Italiana per venticinque anni da parte di Giuseppe e Alessandra Fondrieschi Colombo. In tale struttura saranno in servizio permanente, per assicurarne le attività organizzative, d’ufficio e logistiche, almeno cinque operatori.

Riguardo invece al comitato locale solferinese della Croce Rossa Italiana, sono stati recentemente affidati in appalto, per un investimento pari a circa 150mila euro a fondo perduto, provenienti dalla fruttuosa partecipazione a un bando regionale, i lavori di riqualificazione della sala civica e di una porzione delle ex scuole di via Cavriana. Tali locali, una volta rimessi a nuovo, ospiteranno la sede del comitato locale della Cri.