Una decisione che sta facendo discutere non poco quella adottata dal Comune di Desenzano per dare un freno al fenomeno della sosta selvaggia in pieno centro storico, ovvero l'installazione di diversi segnali orizzontali di divieto di sosta sul camminamento del lungolago Cesare Battisti.

Sono infatti comparsi a partire dalla giornata di ieri alcuni grandi segnali realizzati nei pressi del Porto Vecchio e di Piazza Matteotti per evidenziare il relativo divieto, che ricordiamo essere comunque presente con la segnaletica verticale. Una scelta questa che da una parte viene ritenuta quasi "necessaria" vista la presenza a tutte le ore di veicoli parcheggiati sul lungolago e sulle aree pedonali, ma dall'altra viene aspramente criticata per l'impatto visivo ed estetico in relazione a una delle zone più iconiche e apprezzate del centro di Desenzano.

La vicenda è stata in poche ore commentata da numerosi cittadini sul gruppo Facebook "La nostra Desenzano": in molti infatti si domandano se non fosse sufficiente aumentare i controlli ed, eventualmente, gli interventi per la rimozione dei veicoli parcheggiati, anche perché già diverse sono le testimonianze nelle ultime 24 ore di auto posteggiate in maniera indisturbata proprio al di sopra dei segnali.

Si ricorda inoltre che spesso quell'area viene utilizzata per le manovre di carico/scarico e per la sosta dei veicoli con permessi per disabili, così come avviene anche all'interno di Piazza Cappelletti, anche se spesso il fenomeno riguarda residenti o turisti che scelgono la comodità rispetto ai parcheggi a pagamento presenti in centro.