Recentemente i Carabinieri della Compagnia di Salò, in seguito a ripetuti episodi di risse e schiamazzi ripetutisi in zona stazione degli autobus, hanno consegnato al titolare di un noto bar salodiano un provvedimento di sospensione della licenza, della durata di dieci giorni.

I militari hanno agito sotto mandato della Questura di Brescia, giustificata nell’azione dalla necessità di tutelare la sicurezza dei cittadini e delle attività commerciali di Salò. Sulla scrivania del Questore sarebbe infatti arrivata tutta una serie di segnalazioni di episodi di degrado e criminalità avvenuti nell’area. A queste richieste d’aiuto è quindi stato necessario rispondere tramite una stretta preventiva nei confronti del principale luogo di aggregazione dell’area.

Una nota diffusa dall’Arma dei Carabinieri spiega: “La sospensione della licenza del bar, che avrà una durata di dieci giorni, si basa su una valutazione attenta e accurata della situazione da parte delle autorità competenti. Tale provvedimento è finalizzato a sanzionare le violazioni commesse e a creare un ambiente più sicuro e tranquillo per la comunità. I Carabinieri continueranno a monitorare attentamente la situazione durante il periodo di sospensione, al fine di garantire il rispetto delle norme e delle disposizioni emesse dalla Questura. Inoltre, saranno intraprese ulteriori azioni di controllo e vigilanza per prevenire eventuali disturbi nell’area circostante”.