Per un giorno la città di Salò tornerà ad essere la capitale italiana della auto d’epoca, in occasione dell’appuntamento di domani, sabato 21 ottobre, con il “Circuito del Garda” che tornerà ad animare il territorio comunale.

Secondo il programma, le auto sosteranno sul lungolago per alcune ore al fine di consentire a tutti gli appassionati di osservarle e fotografarle, mentre davanti al Palazzo Comunale, dal tardo pomeriggio, sarà ancorata la motonave Zanardelli, dove dalle 19.00 in poi si svolgerà il ricevimento per tutti i partecipanti e le autorità presenti.

Come ricordato dall’assessore allo sport Aldo Silvestri, “concluse le verifiche, si svolgerà la gara di regolarità, interamente disputata sul circuito approntato a Salò sullo storico tracciato delle “Zette”, dove dal 1921 al 1966 si sfidarono grandi campioni e vetture d’eccezione, da ripetere più volte per un totale di 40 prove suddivise tra il classico “Circuito del Garda” - al mattino - e la “Coppa dell’Oltranza” di dannunziana memoria, nel pomeriggio”.

Per Andrea Maggioni Presidente dei Commercianti Salodiani e referente di Confesercenti per il Lago di Garda “sarà un momento importante per la nostra Città e per il commercio essendo presenti circa 50/60 autovetture degli anni '10 e '20 con pezzi dal valore milionario. Salò si candida sempre più ad essere Città della bellezza in ogni sua declinazione ed in questo caso con auto uniche nel panorama mondiale”.

Ripetendo la formula di successo dello scorso anno, saranno assegnati tre premi, oltre a quelli di categoria: una giuria di sole donne giudicherà la vettura che più si identifica con “l’automobile è feminile”, come decretò Gabriele d’Annunzio; una giuria di esperti valuterà la vettura che abbia “in cuore e l'arte e l'ardimento”, valori dannunziani; una giuria popolare voterà la vettura che più appartenga al “culto della bellezza”.