Avanza sempre più il progetto del Falkensteiner Park resort lake Garda, la nuova struttura di lusso che sorgerà a Salò sulle ceneri del vecchio stabilimento della Tavina, completamente demolito negli ultimi giorni per far posto all'albergo del colosso turistico Falkensteiner Michaeler Tourism Group.

La novità porterà la nascita all'interno di un parco botanico di un hotel da 97 camere e suite e di circa 170 appartamenti con architettura ed interior design di Matteo Thun, per un totale di 11 edifici a 5 stelle "aperti a tutti i tipi di ospiti con particolare attenzione alle famiglie. Un'operazione questa che coinvolgerà un’area di cantiere da oltre 25mila metri quadrati.

“Il nostro progetto, come abbiamo avuto modo di illustrare, prevede la costruzione e gestione di un complesso turistico e ricettivo, comprensivo di un albergo a cinque stelle e service apartment, oltre a numerosi servizi e soprattutto al recupero, per una funzionalità pubblica, di diversi spazi verdi - come aveva spiegato Otmar Michaeler, amministratore delegato del gruppo, nell'illustrare alcuni aspetti del progetto in una nota formale spedita al Sindaco di Salò, Giampiero Cipani - Crediamo che i criteri di sostenibilità con cui è stato concepito il progetto, affidato all’architetto Matteo Thun, potranno avere un impatto positivo su Salò, contribuendo a confermare e rafforzare la sua attrattività per i turisti italiani e internazionali".

Foto: rendering del progetto - www.falkensteiner.com