Alcuni giorni fa, presso la sede di Salò dell’Autorità di Bacino dei Laghi di Garda e d’Idro, collocata in pieno centro storico, nella zona del porto turistico, sono stati eletti i nuovi componenti del Consiglio di Amministrazione, nonché il Presidente, che provvederanno a guidare l’ente per il prossimo quinquennio.

Tali personalità sono state selezionate dall’Assemblea dei Sindaci dei diciassette comuni bresciani afferenti all’area gardesana facenti parte dell’ente, come da statuto. Alla Presidenza un volto nuovo, quello del Sindaco di Toscolano Maderno, eletto da pochi mesi, Chiara Chimini. A comporre il resto del Consiglio di Amministrazione saranno Massimo Padovan, Assessore con delega all’Associazionismo ed alla Protezione Civile del Comune di Sirmione, che avrà anche l’incarico di Vicepresidente, nonché Flaviano Mattiotti, attuale Sindaco di Manerba del Garda. Il Consiglio uscente era invece composto da Lorenza Baccolo, ex Assessore di San Felice del Bènaco, Delia Maria Castellini, ex Sindaco di Toscolano Maderno e Paolo Abate, attuale Presidente del Consiglio comunale di Desenzano del Garda. L’Autorità di Bacino è un ente pubblico istituito da Regione Lombardia con il fine di riunire le funzioni dei comuni associati in materia di demanio lacuale, con merito particolare nel rilascio di concessioni e autorizzazioni per manifestazioni di vario genere, come quelle legate alla nautica. Esso rilascia inoltre licenze di navigazione e gestisce i registri di navi, ormeggi e boe che si trovano nello specchio lacustre gardesano.