È stata inaugurata questa mattina la nuova mostra "Roy Lichtenstein - The Sixties and the history of international Pop Art", il nuovo appuntamento in programma da oggi, sabato 29 aprile, fino al prossimo 16 luglio, presso il Castello di Desenzano.

Saranno qui ammirabili oltre 60 opere che raccontano la nascita di una delle correnti artistiche più avvincenti del ‘900: la Pop Art. I grandi artisti americani, italiani ed inglesi messi a confronto con le loro opere più significative con un focus dedicato in particolare a Roy Lichtenstein, che con il suo celebre fumetto ha saputo raccontare una realtà che gli viene servita dalla stessa società americana e riproposta in maniera ossessiva dai mass media.

Nell’anniversario dei 100 anni dalla sua nascita, questa esposizione vuole rendere omaggio ad una delle figure più importanti della storia dell’arte contemporanea: alter ego di Andy Warhol, egli è una figura chiave per capire la rivoluzione Pop che invade il mondo dell’arte negli Sessanta.

In mostra, accanto alle sue opere, anche Robert Rauschenberg, Robert Indiana, Joe Tilson, Jim Dine e gli italiani Mario Schifano, Mimmo Rotella, Tano Festa, Renato Mambor in un excursus culturale che vuol far rivivere i mitici anni Sessanta!

Questi gli orari della mostra:

29 aprile - 31 maggio: lunedì chiuso - martedì/domenica 10.00-18.00

1 giugni - 16 luglio: lunedì chiuso - martedì/domenica 10.00-18.30

É possibile acquistare la prevendita online sul sito: www.ciaotickets.com