Il Comune di Riva del Garda ha informato nelle ultime ore la cittadinanza dell'entrata in vigore del divieto di navigazione, di attività subacquee e di ogni altra attività all'interno della fascia lago di 50 metri lungo la costa ovest del lago.

Il divieto è stato ha istituito per motivi di sicurezza dal Servizio mobilità pubblica della Provincia autonoma di Trento in corrispondenza dei lavori di realizzazione della Ciclovia del Garda, nel tratto dalla galleria delle Limniadi fino al confine con la Lombardia. I lavori, previsti fino al 30 giugno 2024, comporteranno infatti l’eventualità di caduta di materiale in acqua, tale da comportare un rischio per l'incolumità degli utenti eventualmente presenti nell'area sottostante.

Per rendere riconoscibile l’area interdetta saranno installate delle boe dotate di segnalazione luminosa notturna con luce bianca fissa; in ogni caso la distanza di sicurezza di 50 metri dalla costa dovrà essere osservata anche qualora si verificassero spostamenti delle boe dovuti, ad esempio, al vento.