In occasione dell'attuale bando relativo all'assegnazione di alloggi Sap (Servizio abitativo pubblico), aperto dall'Azienda Speciale Consortile "Garda Sociale" nei confronti di persone e famiglie in ristrettezze economiche che cercano una casa presso i Comuni afferenti l’Ambito Territoriale 11-Garda, emerge un quadro della situazione non certo favorevole rispetto al bacino di utenti interessato a questa possibilità.

Come infatti spiegato nelle ultime ore dal Giornale di Brescia, l'attuale offerta di alloggi sarebbe comprensiva solo di 15 soluzioni abitative sull'intero territorio coinvolto, a cui si aggiungeranno nei prossimi mesi ulteriori 14 alloggi per effetto della turnazione caratteristica dell'offerta, su un totale di circa 400.

Numeri decisamente in contrasto con quella che sarebbe la mole di richieste pervenute ai vari Comuni appartenenti all'Ambito territoriale, pari a centinaia di richieste (500 lo scorso anno). Comuni che ricordiamo essere 22 in totale, ovvero Bedizzole, Calvagese della Riviera, Desenzano del Garda, Gardone Riviera, Gargnano, Limone sul Garda, Lonato del Garda, Magasa, Manerba del Garda, Moniga del Garda, Padenghe sul Garda, Polpenazze del Garda, Pozzolengo, Puegnago del Garda, Salò, San Felice del Benaco, Sirmione, Soiano del lago, Tignale, Toscolano Maderno, Tremosine, Valvestino.

Il quotidiano bresciano specifica inoltre che tra gli alloggi al momento disponibili se ne conterebbero 5 a Tremosine, 3 a Desenzano, 3 a Salò, 2 a Lonato e 1 rispettivamente a Manerba e Sirmione. Quasi identica l'offerta delle 14 che si libereranno, tra le quali appunto 5 a Tremosine, 3 a Desenzano, 3 a Salò e 1 rispettivamente a Lonato, Manerba e San Felice.