Nel corso della seduta del Consiglio Comunale di Lonato del Garda, svoltasi nella serata di ieri, martedì 28 novembre, presso la sala Celesti in municipio, sono emerse delle novità di grande rilevanza per quanto riguarda il futuro dell’ospedale Villa dei Colli, da tempo argomento di centrale importanza per l’opinione pubblica lonatese.

Solamente una settimana prima, nel corso di un’assemblea indetta dalla lista civica Ritrovo Lonato, erano emerse delle insofferenze rispetto alla situazione di presunta stasi in cui la struttura era venuta a trovarsi in seguito alle promesse di ricostruzione da parte dell’Amministrazione regionale lombarda. Il Consiglio Comunale lonatese non ha mancato di affrontare l’argomento, posto al primo punto dell’ordine del giorno, come ulteriore testimonianza dell’importanza del tema. In particolare sono stati effettuati dei puntuali interventi da parte del Sindaco di Lonato del Garda, Roberto Tardani, e dalla dottoressa Anna Gerola, Commissario straordinario dell’Asst del Garda. Il Sindaco ha preso la parola annunciando un’ottima notizia per la comunità cittadina, ovvero l’avvio del processo di ricostruzione del presidio ospedaliero, introducendo anche l’intervento dell’ospite.

La dottoressa Anna Gerola ha dunque riassunto la cronistoria del progetto e delle sue fasi iniziali, spiegando la ragione dell’allungamento dei tempi, da imputare principalmente all’inflazione dei materiali da costruzione, e snocciolando anche dei dati che ne sottolineano la sostanza, per un intervento che avrà un valore pari a circa 20 milioni di euro, divisi in due stanziamenti, uno da 14 milioni di euro da parte di Regione Lombardia e uno da 6 milioni di euro, finanziato tramite risorse recuperate dal Pnrr. La gara per il progetto esecutivo e dunque l’inizio dei lavori è stata bandita e aggiudicata verso la fine dello scorso settembre, con tutti gli adempimenti burocratici espletati è il contratto sottoscritto per l’inizio di novembre. La ditta assegnataria avrà ora poco più di due mesi di tempo per presentare il progetto esecutivo, e poi un anno e due mesi per completare l’opera in oggetto. La dottoressa Anna Gerola ha assicurato che il cantiere partirà a breve, con la demolizione del vecchio edificio e la costruzione di una nuova struttura, in cui avrà sede l’ospedale di comunità e la riabilitazione. Per quanto riguarda invece la palazzina polifunzionale, dati i tempi dei bandi Pnrr, ci vorrà un po’ di più, essendo gli adempimenti burocratici da bando ancora in corso di svolgimento.

Il Sindaco Roberto Tardani ha quindi concluso: “Non viene fatto un’investimento su dei semplici muri, ma su dei servizi molto importanti. Il servizio dell’ospedale di comunità e di riabilitazione è fondamentale e serve sempre di più, non solo per Lonato, ma per tutto il territorio Gardesano”.