Sono stati conferiti da parte di Regione Lombardia i nuovi riconoscimenti di "attività storica" nei confronti negozi, locali e botteghe artigiane che operano senza interruzioni da almeno 40 anni. Tra i nuovi ingressi in questo speciale albo rientrano ora 454 nuove attività (per un totale di 3.302), di cui 86 in provincia di Brescia.

Il territorio gardesano è certamente tra i più rappresentati inoltre da questo punto di vista, con già 34 attività riconosciute come storiche negli ultimi anni sulla sponda bresciana. A queste, se ne aggiungeranno dunque di nuove come annunciato nelle ultime ore, 6 in particolare: le due trattorie Bettola (1964) e Classica (1910) a Lonato del Garda, Maroni (1895) a Salò, Bar Cristallo (1977) a Sirmione, Podavini Carni (1963) a Puegnago, e Frantoio Bonasperti (1968) a Toscolano.

Intervenuto per l'occasione, l’assessore regionale allo Sviluppo economico Guido Guidesi ha sottolineato come il premio sia “il nostro grazie a chi, con il suo lavoro quotidiano, fa grande la Lombardia. Si tratta, infatti, di attività che rappresentano la linfa e la tradizione del nostro tessuto economico. Il marchio è un ringraziamento per artigiani e commercianti che ogni giorno garantiscono un presidio fondamentale per le nostre comunità. Spesso sono imprese a carattere familiare che hanno saputo innovarsi negli anni e assicurare il ricambio generazionale, offrendo così servizi e prodotti di qualità. Regione Lombardia è convintamente al loro fianco”.

Le attività storiche bresciane premiate lo scorso dicembre 2022

“Esprimiamo il nostro vivo apprezzamento per il lavoro svolto da Regione Lombardia per affermare la funzione economico-sociale delle imprese storiche del territorio. Per le aziende è motivo di orgoglio, lustro e prestigio partecipare a questo elenco”. Così Barbara Quaresmini, presidente Confesercenti della Lombardia Orientale, che prosegue: "Il nostro auspicio ora è di poter a breve contare sulle agevolazioni dedicate a questa categoria di imprese, nella fattispecie mediante il nuovo bando per le attività storiche; un’iniziativa che ha riscosso particolare nelle passate edizioni”.

“Dietro a ogni insegna, ad ogni serranda di un negozio, c’è una grande storia, fatta di sacrifici, rinunce, dedizione al lavoro, professionalità, relazioni e coraggio. Vicende che spesso si intrecciano anche con quelle delle famiglie e dei centri abitati in cui queste realtà sono inserite e che rendono unico il tessuto commerciale dei nostri centri storici” ha ricordato infine Andrea Maggioni, Coordinatore per il Lago di Garda di Confesercenti Lombardia Orientale.

Ricordiamo che alle attività storiche è dedicato un apposito sito internet (www.attivitastoriche.regione.lombardia.it) in cui sono riportate tutte le informazioni per richiedere il riconoscimento e i nomi e la descrizione delle attività già riconosciute, completo di mappa interattiva per individuarle facilmente sul territorio.