Il piano per la nuova “quarantena light” è stato messo nero su bianco dalle Regioni in un documento presentato nei giorni scorsi al Ministero della Salute.

Il quotidiano La Stampa, che oggi anticipa la notizia, racconta della circolare che andrà ad diminuire l’isolamento: infatti si potrà uscire subito con un solo test negativo e la durata minima sarà ridotta a 10 o 15 giorni. Di seguito poi, in dettaglio, le nuove regole della quarantena, che prevedono:

  • la riduzione della durata minima a 10 o 15 giorni invece dei 21 di oggi;
  • l’uscita di casa dopo un solo tampone negativo e 48 ore senza sintomi;
  • il cambio di passo in autunno: niente più quarantena per gli asintomatici;
  • l’obbligo di indossare una mascherina Ffp2: per i trasgressori si pensa a conseguenze penali, al pari di una violazione di quarantena.

Viene quindi meno l'obbligo di attendere sette giorni dopo il tampone negativo, in quanto viene evidenziato come con la sottovariante Omicron 5 la situazione è cambiata.

Attualmente sono in aumento i casi di persone che hanno i sintomi di Covid-19 ma il test del tampone dà un risultato negativo. Questo perché, come spiegato dall’Ordine dei Medici, con la nuova variante sono in aumento coloro che risultano positivi al test solo dopo la comparsa dei sintomi. In queste situazioni di solito succede che il test negativo arriva solo dopo una settimana.

Inoltre, per quanto riguarda i mesi autunnali, è stato svelato come Regioni e tecnici vorrebbero “da un lato abrogare del tutto la quarantena per gli asintomatici, dall’altro inserire per loro l’obbligo di indossare le Ffp2 sempre e comunque nei locali al chiuso, ma anche all’aperto in caso di assembramenti o contatti ravvicinati”.