L’Associazione Soroptimist International Club Garda Sud ha donato alla Pediatria dell’Ospedale di Desenzano un punto allattamento composto da una poltrona allattamento, un tiralatte elettrico e un cuscino allattamento con fodera.

Ad accogliere i donatori, il Direttore Generale di ASST Garda Roberta Chiesa, il Direttore Sanitario Pietro Imbrogno, il Direttore Medico di Presidio di Desenzano Pietro Piovanelli, e il Direttore dell’Unità Operativa di Pediatria e Neonatologia Donatella Cattarelli.

“Esprimo il mio personale ringraziamento alla presidente Caterina Sartorelli e alle socie del Soroptimist International Club Garda Sud per questo atto di grandissima sensibilità nei confronti delle donne e in particolare delle mamme – commenta Roberta Chiesa, Direttore Generale di ASST Garda -. Da mamma ricordo che il momento dell’allattamento è molto speciale, intimo, ha bisogno di tranquillità e confort”.

“Ringrazio l’Associazione per questo dono che rientra nell’ambito della nostra politica di promozione dell’allattamento materno – ha spiegato Donatella Cattarelli, Direttore della Pediatria e Neonatologia di Desenzano -. E’ noto che il latte materno è l’alimento fondamentale per il benessere sia del neonato sia dell’individuo adulto, perciò il compito di noi neonatologi è quello della promozione dell’allattamento materno. E’ importante che le donne da subito possano approcciarsi al loro neonato e alla gestione dell’allattamento in modo sereno, in un ambiente confortevole, protetto e soprattutto aiutate in questi primi giorni di vita del loro bambino”.

“Sono molto contenta di aver inaugurato questo punto allattamento all’ospedale di Desenzano, aderendo a un progetto nazionale a favore dell’allattamento al seno – commenta Caterina Sartorelli, Presidente Soroptimist International Club Garda Sud -. Il nostro obiettivo era quello di creare un ambiente adeguato alle mamme e ai loro piccoli appena nati. Come Soroptimist International aderiamo sempre a questi progetti a favore delle donne e dei bambini, ci piacerebbe tanto in futuro collaborare ancora con l’ASST Garda in altri progetti che ci vedano coinvolti insieme”.