In occasione di un controllo effettuato dagli agenti della Squadra Acque Interne di Peschiera del Garda nei pressi di Punta San Vigilio, è stato sorpreso a bordo di una barca un 55enne latitante di origini cingalesi su cui pendeva da ormai un anno un mandato di arresto europeo per omicidio volontario.

L'uomo è stato accusato di aver ucciso un connazionale nel 2010, accoltellato durante un litigio: un fatto che lo aveva portato ad una condanna all'ergastolo in Sri Lanka, in seguito alla quale era scappato dal suo paese di origine per poi venire a vivere sul Garda veronese.

Una volta identificato, è stato quindi arrestato e trasportato presso il carcere di Montorio per scontare la pena inflittagli ormai diversi anni fa.