Un'emozionante giornata di grandi celebrazioni quella vissuta ieri, sabato 22 giugno, in occasione del 160° anniversario della Croce Rossa Italiana, che ha visto quale ospite d'onore il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in visita a Castiglione delle Stiviere e Solferino.

Giunto nel pomeriggio al Museo internazionale della Croce Rossa di Castiglione, il Presidente Mattarella si è in seguito recato a Solferino per dare il via alla partecipatissima fiaccolata celebrativa, intervenendo anche dal palco allestito in piazza Castello a Solferino di fronte ai circa 5mila volontari presenti.

"Il volontariato, nelle sue diverse forme, è un orgoglio del nostro Paese. Trasmette energia preziosa. I valori che esprime sono parte della cultura, e dell'identità stessa, del nostro popolo. Questo è il carattere dell'Italia, ampiamente diffuso nella concreta vita quotidiana ed è quel che la rende, in conformità alla sua storia, un Paese di grande civiltà" queste alcune delle parole del Presidente Mattarella, il quale è intervenuto in seguito anche in merito allo sfruttamento illegale del lavoro, citando la recete morte del lavoratore Satnam Singh.

"Contro questi fenomeni risaltano e rassicurano i valori e il messaggio che diffonde la Croce Rossa, Mostrando interpretazione concreta al rispetto della dignità di ogni persona, di solidarietà, di contributo dell'Italia alla crescita civile in ogni luogo e in ogni momento", e ancora "stridono gravi ed estranei episodi e comportamenti come quello registrato tre giorni addietro, quando un giovane lavoratore immigrato è morto, vedendosi rifiutare soccorso e assistenza, dopo l'ennesimo tragico incidente sul lavoro. Una forma di lavoro che si manifesta con caratteri disumani e che rientra in un fenomeno - che affiora non di rado - di sfruttamento del lavoro dei più deboli e indifesi, con modalità e condizioni illegali e crudeli".

"Voglio ringraziarla per la sua opera quotidiana nel mettere al centro dell’agenda internazionale la sua preoccupazione, che è anche la nostra, per i conflitti armati in corso e per la tragedia umanitaria a cui assistiamo", ha inoltre dichiarato il Presidente della Croce Rossa Italiana, Rosario M.G. Valastro rivolgendosi al Capo dello Stato.

Ph: Croce Rossa Italiana Facebook