In vista delle elezioni amministrative in programma la prossima primavera a Pozzolengo, a concorrere come candidato sindaco per la coalizione di centrodestra con il supporto di Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia sarà Paolo Degani, già vicesindaco della giunta Bellini e amministratore con 25 anni di esperienza.

Candidatura che è stata svelata nella giornata di ieri presso il ristorante La Muraglia durante la conferenza stampa che ha visto la presenza di diversi rappresentanti della politica locale, a supporto dell’attuale Presidente di Fratelli d’Italia a Pozzolengo nonché vicecoordinatore FI del Basso Garda.

Sono qui intervenuti per Fratelli d’Italia il coordinatore provinciale Diego Zarneri e il coordinatore e assessore di Desenzano Pietro Avanzi, per la Lega la segretaria provinciale Roberta Sisti e il responsabile provinciale enti locali Massimiliano Metelli, così come il rappresentante locale di Forza Italia Davide Cavalleri.

“Sono felice di partecipare a questa campagna elettorale e la nostra parola d’ordine sarà continuità con il passato” ha raccontato Paolo Degani, il quale si è detto “orgoglioso di convogliare la realtà del centrodestra a Pozzolengo. Voglio dare qualità al paese attraverso il lavoro costante di una squadra composta da persone che hanno voglia di fare un percorso al servizio dei cittadini e che credono in questo progetto. Mi piacerebbe poter contare su persone giovani a cui trasmettere la mia personale esperienza, voglio che le nuove generazioni possano credere nel loro futuro in un contesto non sempre appagante, dando la possibilità di partecipare alla vita pubblica amministrativa in modo stimolante".

Un futuro improntato sulla condivisione degli obiettivi e sulla collaborazione con il territorio

“Oggi ho scelto di scendere in campo in prima persona grazie al sostegno ricevuto dal territorio e dalle realtà politiche locali, dopo un periodo di pausa che mi è servito per osservare l’attuale situazione in modo più distaccato rispetto al mio passato da amministratore, oltre che ritrovare energie e allacciare nuovi legami e rapporti - spiega il candidato sindaco - Il prossimo passo sarà avviare una serie di incontri sul territorio con la cittadinanza: la mia intenzione infatti non è calare dall’alto un programma elettorale, quanto piuttosto svilupparlo in condivisione con la comunità, per vivere in modo diretto e capire insieme le reali esigenze del paese. Condivisione che passerà naturalmente anche dai rapporti con le associazioni e le realtà del territorio nei diversi ambiti”.

“Il mio scopo con tutte le realtà è creare collaborazione e rete per semplificare e velocizzare il lavoro, in ogni settore, pianificando le attività a livello amministrativo e turistico dell’intero anno direttamente con le associazioni. Voglio un contatto umano diretto in prima persona con la comunità”.

In evidenza i temi caldi dell’attualità, dalla sicurezza alle opere pubbliche

In vista di un possibile ruolo da primo cittadino, Degani è deciso a puntare in primis sul tema fondamentale della sicurezza, “innanzitutto attraverso un potenziamento dei controlli e un aumento dei portali di accesso al paese, così come grazie ad un intenso dialogo tra l’amministrazione e le forze dell’ordine, con le quali vogliamo allestire un tavolo per affrontare i temi principali. Sarebbe inoltre importante rafforzare ulteriormente una realtà come la Protezione Civile di cui c’è sempre più bisogno, visto anche il recente passato, che ho potuto constatare con i miei occhi in quanto volontario: il tutto da una parte aumentandone l’organico, e dall’altra creando un coordinamento sovracomunale per gestire le eventuali emergenze”.

Per quanto concerne invece il capitolo delle opere pubbliche, l’obiettivo dichiarato è quello di dare continuità con quanto fatto dall’attuale amministrazione, una sorta di passaggio del testimone attraverso un programma che prosegua soprattutto dal punto di vista della progettazione e realizzazione delle opere pubbliche già protagoniste del lavoro messo in campo dall’amministrazione Bellini.

“Di fondamentale importanza è la realizzazione della stazione Tav del Basso Garda, aspetto imprescindibile per la promozione dell’entroterra morenico, basata sull’enogastronomia e sul cicloturismo, mettendo in evidenza i prodotti tipici locali e le peculiarità del territorio”. Così come obiettivi sono lo sviluppo delle comunità energetiche e la messa a punto degli svincoli che collegano Pozzolengo con le località vicine come Desenzano e Sirmione, a partire dalla Rovizza.