Prosegue a Lonato del Garda il dibattito sul progetto del nuovo polo logistico, con un incontro che ha abbracciato più in generale anche il tema del consumo di suolo, organizzato pochi giorni fa presso il circolo locale del Partito Democratico.

Il convegno, intitolato “Consumo di suolo e rigenerazione delle aree dismesse: tra insediamenti logistici e crisi ambientale” ha appunto toccato anche il nodo del progetto del nuovo polo logistico, una costruzione da circa 93mila metri quadri che dovrebbe essere realizzata in un’area di terra vergine a ridosso della zona umida di Valle, un sito protetto d’interesse ambientale situato nel territorio comunale di Castiglione delle Stiviere. Ciò che del progetto preoccupa maggiormente è la possibile ricaduta in in termini idrogeologici, come poco tempo fa ha sottolineato anche l’Amministrazione comunale aloisiana, pronta a ricorrere contro la decisione, che vede anche la contrarietà di una consistente parte della Giunta Regionale lombarda. I protagonisti dell’incontro sono stati due consiglieri regionali del Partito Democratico, ovvero Miriam Cominelli e Marco Carra, ospitati dal Segretario del circolo lonatese, Luca Bettini.

Il Consigliere Regionale Marco Carra ha commentato indicando i suoi propositi in tema per l’immediato futuro: “Con la collega consigliera regionale Miriam Cominelli, dopo l’interessante confronto, abbiamo deciso di presentare due nuove interrogazioni alla Giunta Regionale per portarla ad esprimere un giudizio negativo su questo polo. Ci auguriamo che la destra, dopo le inutili passerelle degli assessori regionali in quel di Lonato, si unisca alla nostra battaglia e passi dalle parole ai fatti, costringendo l’Amministrazione comunale che governa Lonato del Garda a lasciar perdere questo scempio ambientale”.