Con il Garda a fare da sfondo all'evento che ha visto la presenza di tutto il mondo della vela, così come di surf, kite e foil, si è svolto a Campione l'appuntamento lungo quattro giornate di incontri, regate e test allo scopo di stabilire le rotte del prossimo programma del Para Sailing, disciplina che, nel 2028, dovrebbe tornare nel programma dei Giochi Velici a Los Angeles

Tra i presenti anche il Ceo di “Sailing World(la Federazione Velica Mondiale) David Grahm, per presentare le novità relative in particolare alla disciplina del Para Kiting, dove gli atleti sono impegnati sulla tavola da kite con un piccolo seggiolino che offre a chiunque di provare l’appassionante navigazione con Kite e Foil.

Base dell’evento è stata Univela sulla riva bresciana del Garda. “Non potevano iniziare questa serie di presentazioni e test dal Lago di Garda”, ha dichiarato il dirigente Massimo Dighe, già atleta ai Giochi di Londra 2012 e fino a ieri uno dei responsabili del Para Sailing, ora promosso nella stanza dei bottoni delle Paralympiadi.

In programma c’era una interessante regata internazionale del Kite Foil, la vela volante che esordirà alle Olimpiadi di Parigi 2024, regate a Marsiglia. Primo è lo sloveno Tony Vodisek, secondo lo statunitense Markus Edegran, terzo l’azzurro Riccardo Pianosi, originario di Pesaro ma con base per gli allenamenti a Gallipoli. Tra le ragazze vince la francese Lauriane Noioti, quinta Sofia Tomasoni di Bologna. Dall’Inghilterra sono arrivati Rob Holden, World Sailing coach, Willem Hoof, Para kiter e coach, più un gruppo di altri 20 tra Para atleti e tecnici. Oltre agli italiani c’erano americani, australiani, francesi, tedeschi, olandesi e un gruppo che arriva dall’Iran.

All’evento gardesano presso l’Univela Campione, sito completamente accessibile a tutte le diverse disabilità, che ospita Univela Sailing, sodalizio presieduto da Arianna Mazzon, la pattuglia italiana era rappresentata dal presidente della classi Ika (Kite Foil) Marco Babini e dal giovane kiter napoletano Alessandro Lancelotti, che ben incarna la passione dei giovani per una disciplina veloce e adrenalina come il kite foil.

I test del Para Kiting e le regate del Kite Foil hanno offerto uno spettacolo appassionante con i grandi Kite a volteggiare sullo sfondo della penisola lacustre della provincia di Brescia. L’organizzazione è stata curata da Sailing World, l’assistenza logistica di Univela Sailing, la Pro loco di Tremosine, la Regione Lombardia. Il Garda si è così riconfermato il vero “Lab” della vela Internazionale.