L'Ennesimo tentativo di truffa con la scusa del "finto incidente" è stato registrato nelle ultime ore sul territorio gardesano, questa volta fortunatamente conclusosi con una denuncia in stato di libertà nei confronti del soggetto che avrebbe tentato di estorcere denaro ad un'anziana residente a Padenghe.

L'uomo, 32 anni, avrebbe raccontato, attraverso il modus operandi ormai noto ai più, che il figlio della donna era stato vittima di un incidente, fingendo di essere un carabiniere, per poi avvertire che sarebbe passato presso l'abitazione un avvocato per raccogliere il denaro necessario per la cauzione, circa 3.800 euro.

Una volta presentatosi sulla soglia di casa, il soggetto è stato però visto dal figlio della vittima, il quale abita al piano superiore, portando così all'identificazione e alla denuncia da parte dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Salò.