"Alla luce di quanto emerso in questi ultimi giorni con l'incontro segreto tra i consiglieri di maggioranza desenzanesi, il Sindaco e gli assessori locali con l'Assessore Regionale Bertolaso e i vertici di ASST del Garda per discutere del progetto del nuovo ospedale di Desenzano, emerge chiaramente la volontà di proseguire con il percorso di realizzazione di una nuova struttura contenuto nello studio di fattibilità. Ovvero quello che prevede un nuovo insediamento ai piedi del Montecroce dove ora si trovano il campo da calcio e una parte significativa di verde e bosco".

Con queste parole il consigliere comunale desenzanese Andrea Spiller torna sulla dibattuta questione del nuovo ospedale previsto a Desenzano, rimarcando attraverso una nota stampa come "Trasparenza e coinvolgimento sono stati ancora una volta messi sotto il tappeto!".

Il consigliere pentastellato spiega annuncia inoltre come "Proprio in questi giorni tuttavia, grazie ai Consiglieri Regionali Paola Pollini (M5S) e Onorio Rosati (AVS), abbiamo presentato all'Assessore Regionale Guido Bertolaso una specifica interrogazione per chiedere che venga profondamente rivisto lo studio di fattibilità su cui si basano tutte le scelte ad oggi sul tavolo in merito al futuro del nostro ospedale."

Questo quanto chiesto attraverso l'interrogazione:

"- Se intendano promuovere e richiedere una revisione dello studio di fattibilità nella direzione di un maggiore e più completo approfondimento riguardante le diverse ipotesi progettuali alternative, compresa quella (attualmente non contemplata) di edificare la nuova struttura sul sedime già impiegato, evitando così ulteriore consumo di suolo, in un’area attigua all’ospedale esistente (ad esempio gli spazi oggi occupati dai parcheggi, sia dipendenti che utenti, e/o gli spazi vuoti situati tra gli stabili dei nuovi poliambulatori e la struttura dell’ospedale stesso).

- Se intendano richiedere che nello studio di fattibilità venga specificata e dettagliata una analisi delle possibili destinazioni di impiego future della struttura esistente qualora questa dovesse essere dismessa nel caso di realizzazione del nuovo ospedale.

- Se intendano sollecitare ASST del Garda a garantire che il numero di posti letto disponibili non venga diminuito rispetto all’attuale nel caso di realizzazione di una nuova struttura".

"La soluzione ad oggi proposta e verso la quale la giunta regionale di centrodestra intende fermamente procedere è per noi inaccettabile - conclude infine Spiller - Un ripensamento ed una valutazione più ampia e dettagliata delle alternative possibili è necessaria e inderogabile, come lo deve essere una presa di posizione chiara su quello che sarà il futuro dell'attuale struttura qualora venisse dismessa dal ruolo che oggi ricopre, il rischio di speculazioni è molto elevato".