Nella giornata di ieri, lunedì 30 ottobre, verso le 8.30 della sera, le abbondantissime piogge previste negli scorsi giorni si sono abbattute anche sul territorio comunale di Nago Torbole, causando frane e smottamenti che hanno portato alla chiusura temporanea della strada statale SS249 Gardesana Orientale, all’incirca all’altezza della località Tempesta, non lontano dal confine con Malcesine.

I poderosi nubifragi rovesciatisi sul terreno hanno portato alla formazione di veri e propri ruscelli di fanghiglia, i quali hanno trascinato detriti e rocce sulla carreggiata, rendendo molto rischioso il passaggio a bordo di automezzi. Gli effetti del maltempo hanno inoltre reso necessaria l’evacuazione di una casa in cui si trovavano alcuni turisti tedeschi per una vacanza tardiva sul Garda, la dimora rischia infatti di essere invasa, se non sommersa da rocce, fango e detriti nel caso in cui non dovessero reggere le reti paramassi, già intasate dal materiale. Il pericolo è stato ritenuto troppo grosso dagli stessi operatori dei Vigili del Fuoco di Riva del Garda, accorsi sul posto insieme alla Protezione Civile di Malcesine e Nago Torbole, che hanno velocemente predisposto l’evacuazione. Non risultano al momento feriti o persone coinvolte in incidenti, gli operatori di Veneto Strade e del servizio strade di Trento sono al lavoro per mettere in sicurezza il manto stradale e ripristinare nel minor tempo possibile la fruibilità della carreggiata.

Nel frattempo, la Protezione Civile trentina ha emesso un nuovo comunicato, che fissa l'allerta al livello di moderata, o arancione, fino alle 10 della sera di domani, martedì 31 ottobre, su tutto il territorio provinciale, largamente interessato dal rischio idrogeologico e idraulico.