Durante la mattinata di domenica 1° ottobre, nei pressi del litorale di Moniga, un cigno che si trovava in acqua è entrato in collisione avvenuta con un'imbarcazione di passaggio in quel momento.

Gli occupanti del motoscafo non si sono probabilmente accorti della presenza dell'animale, il quale è stato colpito più volte dall'elica del motore, rimanendo gravemente ferito. Alcuni presenti hanno assistito alla scena e sono subito intervenuti per recuperare il cigno, per poi portarlo quanto prima presso la clinica veterinaria di Cunettone mentre si trovava ancora in stato di shock.

Al suo arrivo i veterinari si sono resi conto delle importanti ferite riportate dall'animale, il quale è stato trovato con diversi tagli sul collo e anche l'osso di un ala spezzato, procedendo così a suturargli i profondi tagli dopo essere stato sedato.

Secondo quanto emerso, l'intervento tempestivo per portalo d'urgenza presso la clinica non avrebbe permesso di intervenire in tempo: troppo gravi infatti le ferite, che ne hanno dunque provocato il decesso nelle ultime ore, mentre si trovava ricoverato presso il Centro recupero animali selvatici del Wwf di Bergamo.