Il ciclone Poppea si è abbattuto in modo perentorio nelle ultime ore anche sul territorio benacense, con un verticale crollo delle temperature fino a 10-15 gradi e diversi fenomeni precipitatori previsti da qui in avanti a partire dalla giornata di ieri, sabato 26 agosto.

Come diffuso dai principali portali meteorologici del Paese, le perturbazioni provenienti dal Nord Atlantico caratterizzeranno la fine del mese di agosto e la prima metà di settembre, con meteo variabile da qui alle prossime settimane a chiudere di fatto un'estate caratterizzata da temperature bollenti soprattutto nell'ultimo periodo.

Una condizione che perdurerá appunto fino a meta del prossimo mese, quando è previsto un nuovo rialzo delle temperature in occasione della classica "estate settembrina", seppur non si dovrebbe più superare la soglia massima dei 30 gradi, con un clima soleggiato ma comunque mite.

In ogni caso, non si esclude il ritorno di nuovi fenomeni violenti che potrebbero portare forti nubrifragi e grandinate sull'intero bacino gardesano.