Dalle sponde del Garda alle acque di tutto il mondo, sembra non avere limiti il futuro per Mattia Del Fiandra, 17enne desenzanese che negli ultimi anni sta sempre più raggiungendo i massimi livelli internazionali nel wakeboard.

Atleta della LSN Wakeboard Italia di Viverone, è oggi l’unico rappresentate del territorio gardesano e bresciano a competere riuscendo a raggiungere risultati di spicco, come il 2° posto ai Campionati Italiani prima e agli Europei poi negli scorsi mesi in Sicilia, conquistati dopo la settima piazza in occasione dei Mondiali WWA in Portogallo.

“È stata questa una stagione di grandi soddisfazioni visti i risultati ai principali appuntamenti dell’anno – ha raccontato a GardaToday –, anche perché sono stato il primo in Europa nella categoria Junior a realizzare un “Double Indy Tantrum” (doppia capriola all'indietro). Sono infatti riuscito ad alzare notevolmente il livello anche grazie al periodo di allenamento passato in America insieme al campione del mondo Nic Rapa, sempre pronto a darmi consigli preziosi quando devo affrontare una gara. Un’esperienza davvero emozionante”.

Una carriera quella di Mattia Del Fiandra che lo ha portato di recente ad affrontare una preparazione professionistica quotidiana da atleta di alto livello: “Una preparazione completamente diversa rispetto a prima, che comporta uno step sia mentale che fisico per riuscire a raggiungere il massimo della condizione, alla costante ricerca della perfezione in ogni singolo dettaglio. In occasione dei mondiali WWA ho avuto un primo approccio con questa quotidianità, sperimentando come si prepara un atleta professionista”.

Disciplina quella del wakeboard che vede l’Italia tra i massimi rappresentanti a livello internazionale, con successi a raffica raggiunti in ogni categoria: “A livello di nazionale abbiamo una squadra molto unita, formata da una quindicina di ragazzi e ragazze, e soprattutto veramente forte e competitiva in gara: abbiamo raggiunto i massimi traguardi in particolare durante l’europeo, competizione che ci vede vincere nella gara a squadre ininterrottamente dal 2012”.

Uno sport però che ancora non vede una realtà sviluppata sul Garda. Da qui l’obiettivo per il futuro di Mattia: “L’augurio è riuscire a togliermi più soddisfazioni possibili nella mia carriera, per poi, una volta conclusa, dedicarmi allo sviluppo e alla conoscenza della disciplina sul nostro territorio. Mi piacerebbe aprire una scuola di wakeboard a Desenzano per far avvicinare da una parte i più piccoli con eventi e progetti magari anche con le scuole, e dall’altra per avere un posto dove far riunire e allenare i ragazzi della nazionale. Mi piacerebbe trasmettere agli atleti di domani l’importanza del sacrificio da una parte, e dall’altra le enormi soddisfazioni che si possono raggiungere impegnandosi tutti i giorni: la cosa più bella è sapere di poter fare la differenza in una disciplina”.

“Il tutto è stato possibile grazie alla mia famiglia e al mio team, - conclude infine l’atleta desenzanese - così come ai miei sponsor Grana Padano, Balance Board Pro e Minoia; infine un ringraziamento speciale all’ex giudice internazionale Giovanni Bellini, veterano di questa disciplina, per tutti consigli che mi ha dato durante quest’anno. Una stagione dalle grandi soddisfazioni, ma dall’anno prossimo si punta al primo posto in tutte le gare”.