Il Giro d’Italia 2024 vedrà un doppio appuntamento sulle sponde del Garda, quando dopo la cronometro individuale da Castiglione delle Stiviere a Desenzano si passerà alla 15esima tappa, che vedrà il gruppo impegnato alla partenza da Manerba il 19 maggio con arrivo a Mottolino di Livigno.

Svelata ieri in occasione della presentazione ufficiale del Giro presso il Festival dello Sport di Trento, la tappa che vedrà protagonista il territorio valtenesino e valsabbino andrà a chiudere la seconda settimana della Corsa Rosa, rappresentando così un passaggio fondamentale della gara.

La partenza, come detto, sarà appunto dal territorio di Manerba, con il gruppo che affronterà il percorso attraverso Salò, Tormini, Vobarno, Sabbio Chiese, Barghe e Nozza di Vestone. Da qui i corridori saranno impegnati lungo la salita del Lodrino, attraverso il versante di Casto, fino a raggiungere Lavone, per poi iniziare la scalata fino a Colle San Zeno. Ci sarà quindi la discesa fino a Pisogne per poi risalire attraverso diverse località quali Darfo Boario Terme, Breno, Edolo e Corteno Golgi; una volta scalata l'Aprica, si passera dunque sul territorio svizzero attraverso il Cantone dei Grigioni, ultimo tratto che porterà infine la volata a Mottolino.

Sarà infatti questa la tappa più dura di tutto il Giro, in quanto caratterizzata da una distanza di 220 km e ben 5.200 metri di dislivello.