Hanno fatto il giro del web le impressionanti immagini raccolte nella giornata di ieri relative alle forti precipitazioni abbattutesi sul territorio benacense in particolare nel pomeriggio, con numerosi disagi e anche danni provocati dall'alto al basso Garda.

Per comprendere meglio la portata del fenomeno abbattutosi nelle ultime ore, sono particolarmente utili le quotidiane rilevazioni diffuse dalla Comunità del Garda rispetto ai livelli delle acque del lago. Secondo quanto analizzato in particolare nelle ultime 48 ore, i livelli hanno visto un repentino incremento passando dagli 82,3 cm sullo zero idrometrico di Peschiera rilevati il 26 agosto ai 94,1 cm di oggi, martedì 29 agosto.

Numeri che vanno, fortunatamente, in netto contrasto a quanto registrato lo scorso anno, quando in questo periodo della stagione si accusava una tremenda crisi idrica tale da portare i livelli del Garda ben al di sotto delle medie del periodo, pari a 32 cm sullo zero idrometrico.

Vista l'attuale condizione del bacino idrico, si è deciso presso la diga di Salionze di ridurre la derivazione da 65 metri cubi al secondo dello scorso 25 agosto ai 29 metri cubi al secondo di questa mattina, di fatto meno della metà.

Portata delle precipitazioni che è ancora più evidente se presi in considerazione i livelli del Po, che secondo quanto rilevato dal monitoraggio operato da Coldiretti ha visto un incremento di oltre 2 metri solamente nelle ultime 24 ore.