Come annunciato nelle ultime ore dal personale del Gruppo FS, Trenitalia, Trenord e Trenitalia Tper, è stato indetto un nuovo sciopero nazionale dalle ore 9.00 alle ore 17.00 di lunedì 12 febbraio, con i treni che potranno dunque subire cancellazioni o variazioni nel corso della giornata.

L’agitazione sindacale potrà comportare modifiche al servizio anche prima dell’inizio e dopo la sua conclusione, con i disagi riguarderanno in particolare i treni regionali, mentre non sono previste modifiche per quelli a lunga percorrenza

In ogni caso, nel trasporto regionale sono stati istituiti i servizi essenziali nelle fasce orarie di maggiore frequentazione, ovvero dalle ore 06.00 alle ore 09.00 e dalle ore 18.00 alle ore 21.00 dei giorni feriali, in quanto ritenuti appunto servizi minimi di trasporto predisposti a seguito di accordi con le Organizzazioni sindacali

Poiché in corso di sciopero si potrebbero verificare variazioni non preventivabili (es.: modifica di itinerario per i treni a lunga percorrenza), è importante prestare la massima attenzione ai comunicati diffusi nelle stazioni e dagli organi d'informazione.

I treni che si trovano in viaggio a sciopero iniziato arrivano comunque alla destinazione finale se è raggiungibile entro un'ora dall'inizio dell'agitazione sindacale; trascorso tale periodo, i treni possono fermarsi in stazioni precedenti la destinazione finale.

Informazioni su collegamenti e servizi attraverso l’app Trenitalia, la sezione Infomobilità del portale ufficiale, i sito trenitaliatper.it e www.trenord.it o tramite l’App di Trenord. Attivo inoltre il numero verde gratuito 800 89 20 21.

Regione incontra i comitati pendolari: dialogo per migliorare servizio

Vista la situazione delicata, di cui si discute ormai da tempo, si è tenuto in settimana un'incontro a Palazzo Lombardia tra l’assessore ai Trasporti e Mobilità sostenibile di Regione Lombardia, Franco Lucente, i comitati dei pendolari e le associazioni dei consumatori nominati nella ‘Conferenza del Trasporto Pubblico Locale’.

“Un incontro proficuo – ha detto l’assessore – improntato alla massima collaborazione. Dopo anni in cui non accadeva più, ho mantenuto l’impegno assunto sin dalla mia nomina ad assessore di ospitare nelle sedi istituzionali i comitati dei pendolari. Sono sempre disponibile al dialogo con le associazioni dei viaggiatori e dei consumatori. Favorire il confronto è fondamentale per individuare spunti, criticità e suggerimenti utili per fornire un servizio ferroviario sempre migliore ed efficiente”.

“Ho ribadito l’impegno di Regione Lombardia – ha sottolineato Lucente – nel proporre un servizio qualitativamente elevato ai viaggiatori. A tal proposito, ho intensificato i tavoli di confronto con Trenord e RFI proprio per monitorare la situazione, evidenziare difficoltà, problematiche e cercare di trovare soluzioni nell’immediato”.

Secondo l'Assessore Lucente "migliorano le performances"

“I risultati dell’ultimo periodo – ha aggiunto l’assessore regionale ai Trasporti – evidenziano che le performances stanno migliorando. Rispetto al mese di dicembre 2023 (78,13), a gennaio 2024 l’indice di puntualità ai 5 minuti è salito a 80,65. Un passo in avanti che ci dovrà condurre a treni sempre più puntuali, come indicato nel contratto di servizio siglato con Trenord”.

Tra le altre questioni trattate, le forme di agevolazione finalizzate ad incrementare la sicurezza sui servizi di trasporto pubblico e l’individuazione delle modalità di indennizzo all’utenza in caso di ritardi e soppressioni.

In particolare, sulla tematica ‘bonus’, l’assessore Lucente ha ribadito che “le regole stabilite dall’Autorità di Regolazione dei Trasporti prevedono indennizzi per titolari di abbonamento in caso di ritardi e soppressioni reiterati sulle linee. Ai rappresentanti dei vari comitati abbiamo illustrato alcune proposte ancora più vantaggiose rispetto a quelle previste dalla normativa vigente. La dimostrazione, ancora una volta, del nostro impegno per un servizio ferroviario moderno e all’avanguardia, in grado di rispondere al meglio alle esigenze dei viaggiatori”