Pochi giorni fa presso la sala Celesti del municipio di Lonato del Garda si è tenuto un incontro, indetto dall’amministrazione comunale, insieme al consigliere di quartiere Giovanna Lacalamita, durante il quale sono stati presentati nel dettaglio gli interventi di riqualificazione che interesseranno via Gerardi, un’arteria di grande rilevanza per il territorio lonatese situata pieno centro storico, approvati da una recente delibera della Giunta Comunale. Il progetto consiste in un investimento totale di 430mila euro, di cui 400mila provenienti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, in particolare in relazione agli interventi per la valorizzazione del territorio e l’efficienza energetica dei comuni.

I lavori prevedono una riqualificazione, con un nuovo assetto ambientale, attraverso la modifica della sua funzione, dalla semplice strada veicolare a una zona a traffico limitato, con particolare attenzione alla salvaguardia dei pedoni. Il senso unico veicolare verrà introdotto da corso Garibaldi a via Zambelli e in senso opposto da via Antiche Mura a via Zambelli, in aggiunta a una migliore organizzazione dei posti auto, che risulterà in 12 posteggi in più, delimitati da particolari fioriere, che daranno la possibilità d’introdurre una serie di alberi di medio fusto e consentire la sosta dei pedoni. Il percorso pedonale, sul lato destro, sarà illuminato durante le ore notturne da nuovi diffusori che forniranno una precisa caratterizzazione della strada, mentre sul lato opposto l’illuminazione sarà completata da una nuova serie di punti luce, sia per garantire la visibilità della strada che quella dei punti di sosta. Il nuovo assetto ambientale prevede la modifica della compagine vegetale, attraverso un arricchimento della stessa, rispettando però l’equilibrio idrogeologico.

I lavori di riqualificazione sono condizionati dal completamento di altre opere, di conseguenza i lavori verranno suddivisi in blocchi, al fine di consentire almeno parzialmente l’uso viabilistico della via, per il transito e per gli accessi alle proprietà private. In primo luogo si procederà alla demolizione dell’attuale pavimentazione stradale, cui seguirà la realizzazione dei sottoservizi e infine la realizzazione delle opere previste dal progetto di riqualificazione. L’obiettivo è quello di iniziare i lavori entro l’estate, al fine di concludere i lavori entro un anno.