In occasione della conferenza congiunta tra Comune di Lonato e Provincia di Brescia tenutasi ieri presso la sala consiliare, sono stati svelati gli interventi previsti sul territorio per quanto concerne in particolare istituti scolastici e strade.

Provincia che ha siglato una convenzione con l'Amministrazione per la concessione a uso gratuito di due immobili scolastici, l’I.I.S. Cerebotani e l’I.I.S. Dandolo, che saranno oggetto di ristrutturazione e ampliamento. Dopo i lavori di adeguamento sismico (da 2 milioni di euro) è infatti in corso la progettazione di nuovi spazi per la didattica per un investimento di circa un milione e mezzo: verranno infatti realizzate nuove aule didattiche attraverso la sopraelevazione dell’edificio precedentemente destinato al Corpo di Protezione Civile.

La caratteristica forma geometrica che contraddistingue l’immobile è rappresentata da una sagoma a corolla floreale, che avrà nella zona centrale un giardino d’inverno con vetrate a tutta altezza fino a copertura e un ampio ingresso frontale caratterizzato da una struttura a capanna in legno e vetro.

“L’attenzione della Provincia per la sicurezza delle nostre scuole è alta e l’obiettivo resta quello di lavorare per migliorare la qualità della vita di chi vive la scuola, a partire dai nostri studenti”. Così il Presidente Moraschini, che lascia i dettagli dell’intervento al Consigliere Filippo Ferrari: “I lavori saranno svolti in bioedilizia con materiali a basso consumo energetico, fonti energetiche rinnovabili e comfort termico, luminoso e acustico”.

Particolare attenzione sarà rivolta all’aspetto della sicurezza sismica e alla qualità dei materiali impiegati, nonché all’abbattimento delle barriere architettoniche e all’aspetto antincendio. Nella mattinata di ieri la Provincia, con il Sindaco Tardani, ha effettuato anche un sopralluogo all’IIS Dandolo per valutare la possibilità di interventi futuri da mettere in programma.

Rendering ampliamento Istituto Cerebotani
Rendering ampliamento Istituto Cerebotani

Gli interventi previsti sulle strade del territorio

Provincia e Comune hanno poi affrontato il problema relativo alla SP25 “Cunettone-Esenta”, interessata da un considerevole aumento del traffico di mezzi pesanti, che rendono la strada poco sicura. Per questo motivo, al fine garantire la sicurezza e la pubblica incolumità lungo la SP25 dal km 18+300 al km 22+650, dalla prossima settimana sarà istituito in entrambi i sensi di marcia il divieto di transito, eccetto carico/scarico e autobus di linea, per i veicoli di massa superiore a 3,5 tonnellate e il limite di velocità di 60 km/h nelle tratte esterne ai centri abitati.

“La Provincia - ha dichiarato il Consigliere delegato Paolo Fontana - ha in programma lavori di messa in sicurezza di questo tratto di strada, attraverso la riqualificazione e l’adeguamento delle caratteristiche dell’infrastruttura, nell’esclusivo interesse degli utenti della strada e degli abitanti di Lonato”.

Di seguito il dettaglio degli interventi:

  • adeguamento della piattaforma stradale agli standard compositivi e dimensionali
    normativamente previsti per le strade locali di tipo F sia extraurbane sia urbane a seconda
    del contesto territoriale attraversato;
  • adeguamento degli elementi planimetri (rettifili, curve, raccordi a raggio variabile) ed
    altimetrici (profilo delle sezioni trasversali, sopraelevazione esterna dei cigli nei tratti in
    curva e di raccordo);
  • adeguamento della sovrastruttura stradale ai carichi indotti dal traffico transitante durante
    la vita utile dell’opera;
  • miglioramento del livello di sicurezza dell’intersezione con via Staffolo/via Fossadone
    mediante riorganizzazione a circolazione rotatoria dei flussi in transito e realizzazione di
    idonea illuminazione stradale;
  • adeguamento dei livelli di sicurezza generali del tronco stradale in esame mediante
    l’eventuale installazione di dispositivi di ritenuta in corrispondenza di tratti o punti singolari
    potenzialmente pericolosi (dislivelli, ostacoli laterali, ecc.) in caso di svio dei veicoli dalla
    carreggiata, da definire in fase di approfondimento progettuale con specifica analisi di
    sicurezza del tracciato;
  • moderazione delle velocità dei veicoli in corrispondenza dell’attraversamento dei nuclei
    abitati.

L’importo complessivo dei lavori è pari a due milioni di euro. L’intervento prevede la realizzazione di una rotatoria all’intersezione tra la SP25, via Staffolo e via Fossadone e l’adeguamento della sezione stradale per un tratto di circa 1 km a nord della nuova rotatoria. È prevista anche la sistemazione dell’intersezione pericolosa con via Malocco mediante una rettifica dell’andamento planimetrico della strada e il miglioramento dell’imbocco alla strada comunale.

Rotatoria località Campagna
Rotatoria località Campagna

Vedrà presto la luce anche la nuova rotatoria sulla SP668 “Lenese”, all’intersezione con via Campagna Sopra, realizzata con un investimento complessivo di 750mila euro (470mila della Provincia e 280mila messi a disposizione dal Comune di Lonato), a tre rami di diametro esterno 49 metri in grado di permettere la manovra di inversione di marcia anche ai veicoli pesanti più ingombranti.

La rotatoria verrà illuminata con nuovo impianto di illuminazione in grado di garantire un’ottima visibilità a terra, una evidenziazione della situazione di pericolo per la presenza dell’intersezione ed un contemporaneo risparmio energetico. L’andamento altimetrico delle opere di progetto è vincolato dalle quote stradali preesistenti.

“Sono davvero soddisfatto – ha dichiarato il sindaco Tardani - dell’incontro avvenuto questo pomeriggio e della particolare disponibilità accordataci dalla Provincia di Brescia nel voler valutare insieme soluzioni fattive in relazione ai progetti di intervento sul nostro territorio. Mi riferisco, in particolar modo, al progetto di allargamento della SP25 di Esenta, un tratto stradale sul quale non siamo mai potuti intervenire poiché non di nostra competenza, ma che presenta delle criticità di cui siamo perfettamente a conoscenza ormai da diverso tempo. Per questo motivo, l’Amministrazione comunale si è sempre impegnata nel sollecitare l’ottenimento di risposte e soluzioni concrete. Grazie alla proficua collaborazione con la Provincia, si stanno finalmente attuando le progettualità per la realizzazione di quanto abbiamo sempre posto all’attenzione”.