Il Comune di Lonato del Garda è recentemente riuscito a vendere lo storico campo sportivo comunale dei Molini, situato lungo via Roma, a breve distanza dal centro storico del paese. Un terreno di gioco che ha ospitato gli allenamenti d’intere generazioni di giovani calciatori lonatesi e non solo, militanti sotto i colori della Virtus Feralpi Lonato, alienato dall’amministrazione comunale con la prospettiva di accelerare la costruzione di nuovi e più moderni campi, per gli sportivi di domani.

Erano diversi anni che il Comune attendeva un compratore interessato al lotto, per la realizzazione un’operazione di vendita sulla quale ha lavorato alacremente, negli ultimi mesi, l’Assessore con delega al Bilancio e al Patrimonio, Massimo Castellini. A portare in porto l’affare è stata la costanza dell’amministrazione, con un iter iniziato in Gennaio, quando il Consiglio Comunale aveva concesso l’autorizzazione ad alienare il bene. Il terreno è stato quindi ceduto in favore del singolo acquirente che ha presentato un’offerta presso l’Ufficio Protocollo, dal valore di un milione e trecentomila euro, che entreranno integralmente nelle casse del municipio. L’acquirente è l’Isotta Srl, un’impresa di Milano che si occupa principalmente della compravendita e della gestione di beni immobili. Secondo la classificazione assegnata al terreno, si potrebbe sviluppare nell’area un progetto di carattere commerciale o residenziale, di media struttura, ma non riguardante la grande distribuzione. Sembrano quindi tramontare le ipotesi, o meglio le voci, circolate negli scorsi mesi nel paese, riguardo alla costruzione di un supermercato appartenente a una nota catena tedesca.

Il milione e trecentomila euro raccolto, insieme ad altri fondi messi insieme dal comune, sia tramite economie e accantonamenti, che con l’accesso a un bando promosso dal Coni e dal Ministero dello Sport per la realizzazione d’impianti, andrà ad avviare il cantiere del polo sportivo da tempo progettato tra le località Pozze e Bettola. Grazie a una clausola inserita nel bando, il Comune riceverà l’intero importo all’atto notarile, mentre i giovani calciatori potranno continuare a utilizzare il campo per poco più di un anno, ovvero il tempo necessario a costruire i primi nuovi terreni di gioco. Inizialmente saranno impegnati solamente quarantacinque dei novantamila metri quadri, per la realizzazione di due campi da calcio con relative tribune da quattrocento posti a sedere e un’area parcheggio. Inoltre, il progetto completo prevede anche la costruzione di una biglietteria, ulteriori campi da pallone regolamentari e spazi dedicati ad altri sport, tra cui tennis e padel, oltre ad aree di ristoro e spogliatoi. Per questa seconda parte del progetto sarà però necessario attendere la stipula di convenzioni specifiche con soggetti privati.