Le malattie cardiovascolari rappresentano la principale causa di morte nel nostro Paese ed i dati sono purtroppo in costante aumento.

Tra i fattori di rischio più significativi, il colesterolo LDL ha attirato l'attenzione degli studiosi come uno degli elementi chiave nella patogenesi delle malattie cardiovascolari, al punto da considerarlo non come un semplice fattore di rischio bensì come una causa diretta.

La connessione tra il colesterolo LDL e le malattie cardiovascolari è legata al processo di aterosclerosi (una condizione in cui si formano depositi di placca sulle pareti delle arterie, restringendo il flusso sanguigno).

Le placche aterosclerotiche possono crescere nel tempo, compromettendo la normale circolazione del sangue, fino ad ostruire un vaso e portare a gravi eventi cardiovascolari come l'infarto miocardico o l’ictus.

Quanto può essere alto il colesterolo LDL?

Secondo le ultime linee guida ESC (European Society of Cardiology), i livelli di colesterolo LDL consigliati variano in base la condizione del paziente, partendo da valori inferiori a 100mg/dL per persone sane e con un rischio cardiovascolare lieve, per scendere al di sotto dei 70mg/dL o persino 55mg/dL in quei soggetti con alto rischio o che hanno già avuto eventi cardiovascolari.

Cosa fare per limitare il rischio?

Non aspettare, inizia precocemente a fare controlli medici regolari per monitorare la tua salute cardiovascolare e affrontare tempestivamente eventuali problemi.

Mantieni un peso corretto.

Limita il consumo di grassi saturi e trans, presenti in alimenti fritti, carni rosse processate, fast food e prodotti confezionati.

Consuma alimenti ricchi di fibre, come frutta, verdura e cereali integrali.

Includi fonti di grassi sani, come oli vegetali, noci, semi e pesce ricco di omega-3.

Riduci il consumo di zuccheri semplici e sale.

Limita il consumo di alcol e, se fumi, considera seriamente di smettere.

Svolgi almeno 3 ore di attività fisica ogni settimana (trova attività che ti piacciono per rendere l'esercizio una parte piacevole e costante della tua routine).

Nota bene: Questi sono consigli di natura generale, non tengono conto della condizione soggettiva di ogni persona. È sempre meglio consultare il proprio medico ed affidarsi ad un Biologo Nutrizionista per un intervento mirato.

Dott. Luca Flocchini . Via L. Einaudi 3, Puegnago Del Garda (BS)
cell: +39 329 7043845 . e-mail: dott.lucaflocchini@gmail.com . www.dottlucaflocchini.com