Una "battuta di caccia ai rifiuti" fruttuosa quella organizzata questo pomeriggio nelle acque del territorio di Bardolino, dove i sub di Gas Diving Bardolino / Gas Diving School sono stati protagonisti della 5a edizione dell'operazione di pulizia dei fondali "Lago pulito 2024".

L'iniziativa, patrocinata dal Comune di Bardolino, dalla Provincia di Verona, dalla Regione Veneto e da Veneto Agricoltura, ha infatti consentito di recuperare sei quintali di rifiuti grazie all'impegno dei circa 80 sub partecipanti alla giornata che si sono immersi fino a una profondità di 4 metri.

Dal lago sono emersi copertoni, pali, eliche, batterie, fili di ferro, sedie, secchi, pitali così come anche un casco e una bicicletta da bambino, oltre ai "tradizionali" rifiuti abbandonati presso tutte le località benacensi come bottiglie di vetro e plastica, lattine, ciabatte, occhiali da sole, accendini e via discorrendo.

"Ringraziamo i volontari per questa iniziativa, che ci ricorda quanto sia importante preservare il nostro lago e mantenere il paese pulito e ordinato, a beneficio di chi ci vive e dei tanti turisti che lo scelgono come luogo di vacanza – sottolinea il sindaco di Bardolino, Daniele Bertasi –. La tutela dell’ambiente, oltre alla sensibilizzazione e alla repressione nei confronti di chi abbandona i rifiuti, deve andare di pari passo con la realizzazione di opere fondamentali, come il nuovo collettore, su cui continuiamo a tenere alta l’attenzione".

Soddisfatto anche Michele Girelli, presidente del Gas Diving e coordinatore dell’evento: "Ogni anno speriamo di risalire con le retine vuote e invece purtroppo i rifiuti si trovano sempre: gettati da riva o dalle imbarcazioni, vanno a depositarsi sul fondo del lago, da dove i sub li hanno recuperati. Riportarli sul lungolago, mettendoli in mostra prima di smaltirli, è un messaggio visivo di educazione al rispetto del nostro lago".

Alla mattinata, animata da Radio Pico e partecipata da tanti volontari delle associazioni locali – Alpini, Pesca sportiva Bardolino, Canottieri, Pink Darsena, Protezione civile – hanno preso parte anche la vicepresidente della Regione Veneto Elisa De Berti, il consigliere regionale Filippo Rigo e l’europarlamentare Paolo Borchia, che si sono complimentati con i volontari.