Per tutti gli amanti degli ambienti del Monte Baldo e per chi, anche gardesano, non ha mai ammirato il Garda da una prospettiva unica, è giunta una bella novità attesa ormai da quasi un decennio.

A 9 anni di distanza dall'ultima corsa, è infatti tornata attiva la cabinovia Prada Costabella, che permette il collegamento alle vette del Baldo dei comuni di San Zeno di Montagna e Brenzone, proprietari dell'impianto che è stato completamente rinnovato rispetto ad un tempo, mettendo a disposizione degli utenti due percorsi, cabinovia e seggiovia.

La Prada Costabella fa ora parte dell’Azienda Trasporti Funicolari di Malcesine, da cui è arrivato l'investimento necessario per i lavori pari a 3,6 milioni, e che consente ora di partire dal baito Turri (1550 metri d'altitudine) per giungere alla stazione nei pressi di Cima Costabella (2053 mt).

Ricordiamo che la cabinovia era chiusa appunto dall'agosto 2013 in quanto necessitava di interventi, per poi ritrovarsi in un pantano legislativo e burocratico che ne ha ritardato lungamente la riapertura al pubblico: un servizio che oggi invece torna con nuove prospettive in favore del turismo nell'area Garda-Baldo, con già tantissime persone in coda negli ultimi giorni, in attesa dell'inaugurazione ufficiale programmata nella prima decade di settembre.