Sarà Emanuele Fior il grande protagonista della mostra evento del progetto “Dal segno al sogno” di Fondazione Cominelli per il 2022, dedicata al lavoro e alla figura del celebre fumettista attraverso l’esposizione “Antologica”.

Un progetto che porterà sul territorio l’esplorazione del “di-segno”, tutto ciò che artisticamente parte dal segno, per trasformarsi in racconto visivo netto; chiaro, nel senso di qualcosa che nasce dall’artista per arrivare attraverso gli occhi degli spettatori, che ne potranno catturare le più personali e profonde interpretazioni e sensazioni.

Manuele Fior, fumettista, illustratore, artista che ha collaborato con le più note riviste del mondo, tra cui il New Yorker, ha lavorato con il Museo D’Orsey, vinto il prestigioso premio Fauve d’or ad Angoulem ed esposto le sue opere a livello internazionale.

Fior attraverso il colore disegna, e lo fa in modo infallibile e poetico, senza dimenticare la forza della cromia, portando nelle sue opere, che siano illustrazioni o fumetti, molto dell’arte espressionista, con un tratto distintivo e personale.

Il suo lavoro parte da uno studio approfondito della tecnica e dalla manualità artigianale: in un’epoca di “Intelligenze Artificiali” prevale un’intelligenza profondamente umana, una palette di colori straordinaria, un disegno profondo come un solco dentro l’anima, da guardare e riguardare, in silenzio.

In questa sua “Antologica” le opere in mostra sono gli originali selezionati tra i suoi fumetti più celebrati: “Cinquemila chilometri al secondo”; “L’Intervista”; “Celestia”. Inoltre saranno esposti anche quattro studi preparatori del nuovo fumetto inedito, in anteprima assoluta.