Come comunicato dal Comune di Sirmione, a titolo precauzionale il ponte di accesso al centro storico è stato parzialmente inibito al transito dei pedoni e dei veicoli, senza per questo arrecare particolari limitazioni alla circolazione degli stessi.

Lo stato dell’antico ponte scaligero è costantemente sottoposto a periodici controlli e verifiche da parte dell’Ufficio tecnico comunale, che nell’ottobre del 2022 ha peraltro affidato la progettazione definitiva ed esecutiva di un intervento per la messa in sicurezza della struttura. L’obiettivo è quello di completare i lavori di consolidamento del manufatto entro l’avvio della stagione turistica 2023.

Le caratteristiche del complesso architettonico a cui il ponte appartiene rendono l’intervento particolarmente delicato con la conseguente redazione di specifici progetti di recupero e restauro.

La progettazione è stata affidata alla società FOPPOLI MORETTA E ASSOCIATI – SOCIETA’ DI INGEGNERIA S.R.L. che, per conseguire un livello di conoscenza adeguato della struttura, ha indagato per via diagnostica le caratteristiche costruttive e materiche degli elementi strutturali del ponte. Dai rilievi effettuati, anche grazie all’intervento di appositi sub specializzati per la valutazione delle strutture sommerse, è emersa la necessità di intervenire su vari elementi strutturali costituenti sia le campate del ponte, che le spalle, le pile e le fondazioni.

Il restringimento della carreggiata del ponte è quindi una misura immediatamente precedente i lavori di consolidamento ormai in fase di definizione.

"Ci siamo attivati a dicembre 2021 per approfondire ulteriormente i rilievi e le indagini con l’obiettivo di garantire la sicurezza del ponte scaligero, unico punto di accesso al centro storico. Alla fase di rilievo è seguita la fase di progettazione che stiamo definendo con le ultime valutazioni tecniche rilevate durante il sopralluogo del 2 gennaio, dando poi l’avvio ai lavori. L’obiettivo è chiaramente quello di terminare i lavori di messa in sicurezza entro l’avvio della stagione turistica, per poi procedere con la progettazione relativa al recupero ed al restauro completo, in stretta sinergia con la Soprintendenza" – comunica l’Assessore ai Lavori Pubblici Roberto Campagnola.