Un diffuso cordoglio a cui stanno partecipando tante persone che lo hanno conosciuto e apprezzato nel corso degli anni è al momento presente all'interno del mondo dell'industria bresciana, dopo la triste notizia della scomparsa di Giuseppe Scuola, noto imprenditore vittima di un sinistro nel pomeriggio di ieri, giovedì 30 agosto, lungo la strada denominata Corda Molle.

L'incidente, come descritto questa mattina, è avvenuto intorno alle 18 all'altezza di Castenedolo sul tratto compreso tra Montichiari e Borgosatollo, e ha portato alla tragica morte del fondatore della Dac di Flero, consolidata realtà nel settore della distribuzione alimentare e attrezzature per la ristorazione.

Una realtà questa, che attualmente conta circa 600 impiegati e un fatturato da circa 800 milioni di euro annui, fondata nel 1972 quando Scuola giunse in Italia dalla Libia all'età di 20 anni, e guidata oggi dalle figlie dell'imprenditore, Daniela e Laura.

Tra i tanti messaggi diffusi nelle ultime ore sui social anche quello dell'Amministrazione del Comune di Flero, in particolare attraverso le parole del vicesindaco Elena Franceschini: "Con grande dispiacere ho appreso la triste notizia della tragica dipartita del noto imprenditore flerese Beppe Scuola, un uomo di grande generosità che ha sempre aiutato in caso di necessità i suoi concittadini più fragili. La comunità si stringe nel dolore attorno alla famiglia, alla quale porgo le mie più sentite condoglianze e sono vicina con la preghiera".