Pochi giorni fa a Gavardo un uomo di 50 anni residente a Nuvolento ha ricevuto una punizione particolarmente severa per aver urinato in pubblico.

Il 50enne sarebbe stato sorpreso, come si dice in questi casi “con le braghe calate”, dagli agenti della Polizia Locale della Valle Sabbia che stavano conducendo un’attività di pattuglia nell’area, mentre era intento a svuotare la vescica su di un marciapiede. L’incontinenza sarebbe costata molto cara all’uomo, che avrebbe ricevuto una sanzione da 3.333 euro, ridotta per il pagamento immediato rispetto alla sanzione disposta dalla legge, che andrebbe da un minimo di 5mila a un massimo di 10mila euro, oltre alla misura del daspo urbano per la durata di 48 ore, il nono applicato sino a oggi, così come disposto sulla base del nuovo regolamento comunale contro il degrado, recentemente approvato dalle istituzioni locali.