Dopo anni di stallo il Comune di Gargnano ha dato il via alle operazioni relative alla conversione in parcheggio pubblico al servizio di cittadini e turisti dell'area esterna nei pressi dell'antico convento di San Francesco, posto all'ingresso della città, dove a partire dal 1840 si era insediata la Società Lago di Garda, azienda oggi in liquidazione.

Una novità questa, come descritto tra le colonne del Bresciaoggi, testimoniata dall'apertura dei cancelli dell'ex parcheggio della Società per mano del sindaco Giovanni Albini nella giornata di ieri, con l'ingresso nell'area di circa 1600 mq da parte dei tecnici comunali per procedere con le operazioni di rito propedeutiche all'intervento di riqualificazione.

"Dopo più di anno di burocrazia abbiamo acquisito l'area, abbiamo aperto i cancelli e iniziato le opere per pulire il piazzale dal degrado lasciato dalla proprietà e poter dare a breve a Gargnano un nuovo parcheggio all'ingresso del paese" è stato infatti annunciato sui canali social della lista "Uniti per Gargnano".

Una vicenda questa che ha già registrato uno strascico dal punto di vista dei rapporti tra Amministrazione e proprietari, i quali hanno di recente comunicato l'intenzione di chiudere al pubblico parte dell'area del chiostro. Il Comune avrebbe però ribadito come non sia possibile forte dell'accordo che ne prevede l'utilizzo pubblico.