In seguito all’accordo raggiunto dal sindaco di Peschiera Orietta Gaiulli e da quello di Affi Marco Giacomo Sega, dopo anni di trattative mediate dalla Prefettura di Verona, da metà giugno a metà settembre la strada regionale 450 che percorre l'entroterra veneto del basso Lago di Garda sarà chiusa al traffico dei mezzi pesanti.

Lo scorso anno, ad agosto, si era arrivati ad un primo stop sperimentale della durata di un mese. Una prova che aveva lasciato tutti soddisfatti, motivo per cui si è deciso di rendere questa nuova viabilità strutturale per tutta l’estate. Sarà resa effettiva con un decreto di Veneto Strade.

Come lo scorso anno il divieto di circolazione riguarderà solo i mezzi superiori alle 7.5 tonnellate e, come proposto, la fascia oraria dalle ore 7.00 alle 19.00.

I numeri che erano emersi lo scorso anno dopo uno studio dei flussi parlavano del transito giornaliero di circa 2.500 mezzi pesanti in entrata e in uscita da Affi e Peschiera. Numeri che, riversati sulla regionale, sono comprensibilmente insostenibili. Saranno esclusi dal divieto di circolazione i mezzi diretti agli insediamenti produttivi nella provincia di Verona. Per loro, come viabilità alternativa non a pedaggio, viene indicata la Strada Statale 12 del Brennero.